Post Partita 31: la juve a +15 chiude i giochi

Si conclude la 31esima giornata di Serie A (e forse tutto il campionato). Giornata questa che ha visto molte sfide interessanti, tanti concorrenti ma solo due grandi vincitori. Ecco chi sono le migliori della settimana.

E’ stata una settima di attesa, quella che ha portato Juventus e Lazio al confronto diretto di sabato sera allo Juventus Stadium. Si sono sfidate le due migliori squadre di Serie A e molti si immaginavano una serata di gol e spettacolo: lo è stato ma solo per una squadra, la Juventus.

La Lazio, anche a causa di assenze illustri come quella di Parolo e di Stefan de Vrij, non è riuscita ad imporsi sulla squadra di Allegri che, con un 2 a 0, chiude ogni sorta di sogno di gloria delle inseguitrici. La squadra torinese è compatta e unita; al 17esimo e al 28esimo punge la Lazio prima con il solito Tévez, poi con Bonucci. Dopo il doppio vantaggio la Juventus si chiude in un’ordinata e impenetrabile difesa che rende vana ogni giocata della squadra capitolina. Pioli perde e paga gli errori individuali della sua difesa; la Lazio reduce da 8 vittorie consecutive esce a testa alta dal match, anche se una vittoria avrebbe rappresentato quel salto di qualità che manca tanto ai biancocelesti.

Un sabato di festa dunque in casa Juve che vola a + 15 dalla Lazio e dalla Roma. Il campionato è sempre più nelle sue mani. Davvero complimenti ad Allegri e ai suoi.

Nelle retrovie un’altra squadra sembra ritrovare se stessa: è il Napoli che, dopo il super cazziatone seguito da ritiro punitivo voluto da de Laurentis, rifila 3 gol al Cagliari di Zeman (di questa mattina la notizia che l’allenatore ha lasciato la panchina sarda) ormai condannato alla B. La squadra di Benitez si è ritrovata: in una settimana ha segnato ben 10 gol e ne ha subito soltanto 1, imponendosi contro avversari di livello come la Fiorentina e il Wolfsburg e mettendo (previe pazzie collettive nella partita di ritorno) al sicuro la qualificazione al turno successivo di Europa League. E’ una squadra nuova, che si muove veloce e segna davvero tanto: il gol di Gabbiadini al 59esimo minuto è la ciliegina sulla torta ad una serata perfetta. Con la vittoria di domenica inoltre il Napoli riapre il discorso Champions: con la sconfitta della Lazio e il pareggio della Roma, la squadra partenopea si avvicina al secondo posto, ora distante solo 5 punti.

E la Roma? Qualcuno sa dirci che fine ha fatto?

La squadra di Garcia pareggia (1 – 1) in casa con l’Atalanta, sciupando l’occasione per il sorpasso alla Lazio. Dopo il gol sul dischetto al 1° minuto di Totti la squadra giallorossa si perde il un possesso palla sterile e senza senso, dando il tempo alla squadra di Reja di organizzarsi e di imporre, per pochi minuti, il suo gioco. Così arriva il gol (sempre su calcio di rigore) di Denis al 23esimo. Il resto della partita poi è noia. I capitolini non sanno sfruttare il vantaggio, o meglio sembrano non volerlo sfruttare: la Roma ha decisamente bisogno di un cambiamento o di una rivoluzione se non vuole mettere in pericolo anche l’ultimo obiettivo stagionale, ossia il secondo posto.

Altra delusione viene dalla Fiorentina. Montella non ne azzecca più una dall’eliminazione in Coppa Italia. Con il posticipo di lunedì sera il Verona mette 3 punti nel cassetto a discapito dei Viola: segna Obbadi al 90esimo. Viola anche sfortunati, questa volta l’abilità di Babacar non ha salvato la squadra.

Altra nota negativa di questa 31esima giornata è il derby di Milano. InterMilan finisce a reti inviolate e offre ai tifosi di ambedue gli schieramenti uno spettacolo noioso e privo di emozioni (l’unico sobbalzo è il goal annullato all’Inter che, in ogni caso era anche autogol). Parte bene l’Inter che spinge nel primo tempo, il Milan resiste e si presenta in un paio di occasioni in area interista con il giovane Suso. Stop! Il pareggio non va bene a nessuno, in chiave europea, ma soprattutto non va bene ai tifosi.

Detto ciò possiamo dire che i giochi sono fatti e che le uniche emozioni che il nostro campionato può regalarci ancora riguardano la lotta per il secondo posto. Lazio e Roma sono seconde (biancoazzurri in testa per differenza reti), segue il Napoli a – 5. Chi si aggiudicherà l’accesso diretto in Europa???

Le migliori: oggi sono due, Juventus e Napoli. Inutile dire oltre sulle due squadre.

Le peggiori: anche queste sono due, Inter e Milan. Anche se l’Europa è un’utopia, le milanesi potevano contendersi il predominio cittadino, ma non è stato così.

Risultati 31esima giornata

Sampdoria – Cesena  0 – 0

Juventus – Lazio  2 – 0

Sassuolo – Torino  1 – 1

Chievo – Udinese  1 – 1

Empoli – Parma  2 – 2

Palermo – Genoa  2 – 1

Roma – Atalanta  1 – 1

Cagliari – Napoli  0 – 3

Inter – Milan  0 – 0

Fiorentina – Verona  0 – 1

La classifica

Juventus 73

Lazio 58

Roma 58

Napoli 53

Sampdoria 50

Fiorentina 49

Genoa 44

Torino 44

Milan 43

Inter 42

Palermo 41

Sassuolo 36

Chievo 36

Verona 36

Udinese 35

Empoli 34

Atalanta 30

Cesena 23

Cagliari 21

Parma 13

Davide Diana
Roma
IT

 

 

 

Main Photo by Nazionale Calcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.