Canzoni dell’estate 2000

Ogni estate ha la sua colonna sonora, che dipenda dalle Hit in vetta alle classifiche o alle canzoni scelte per proprio gusto, ogni periodo sarà sempre collegato ad una canzone in particolare. Io nell’estate 2000 avevo 11 anni, il nuovo millennio non rappresentò la fine del mondo e numerosissime novità erano alle porte. Insomma, riascoltando delle canzoni su youtube mi è venuta in mente questa top 5 dell’estate 2000. 

Top 5: canzoni dell’estate 2000

Al governo c’è Giuliano Amato, al quirinale è da poco arrivato Carlo Azelio Ciampi, Bill Clinton portava avanti il suo ultimo anno da Presidente degli Stati Uniti d’America, Putin aveva giurato da pochi mesi come Presidente della Russia. In Italia c’è il Giubileo e la nazionale piange per la finale degli Europei persa contro la Francia. Così tante cose sono cambiate in 15 anni, ma di sicuro queste canzoni pop, oramai quasi trash (lacrimuccia), ce le ricordiamo tutti (o quasi).

Red Hot Chili Peppers – Californication

Fichi, matti e tatuati. I Red Hot hanno fatto urlare milioni di ragazzine e donnette ma divertire e sballare anche molti maschietti. Californication, tratta dall’omonimo album uscito nell’anno precedente vendendo più di 15 milioni di copie, è la prima canzone che riascoltiamo. Il brano è un duro atto d’accusa nei confronti di Hollywood e, in generale, della società occidentale. Nel video musicale la band è trasformata in un video gioco, se amavate passare le ore davanti a MTV non potete averlo dimenticato. GO!

Jarabe De Palo – Depende

Il ritmo e la sonorità spagnola comincia a farsi strada anche tra le nostre radio e la nostra cultura (poi succederà anche il contrario, basta pensare al successo della Pausini e di Ramazzotti in America Latina). Reduce dal successo de La Flaca, il nuovo singolo fa praticamente Boom e arriva in vetta alle classifiche italiane, forse anche alla traduzione di Jovanotti. Depende, de qué depende, de según como se mire todo depende.

Blink 182 – All the small things

La canzone d’amore scritta dal leader del gruppo, Tom Delonge, per la futura moglie, diventa ben presto colonna sonora delle vacanze di molti liceali. Melodia incalzante e ritornello facile da imparare, il singolo permette alla band di consolidare il successo pop – punk in tutto il mondo. Dopo diversi anni di pausa e nuovi progetti, esce un nuovo album nel 2011, la band è ufficialmente sciolta. (Sob)

Paola e Chiara – Vamos a bailar

Le giovanissime sorelle Iezzi, prototipo da veline (una mora e una bionda), buttando nel mezzo un ritornello spagnolo ad un testo italiano riescono a restare in vetta alle classifiche italiane per ben 4 settimane di fila. Non fate la faccia storta, tutti almeno una volta abbiamo intonato Vamos a bailar esta vida nueva.. nainanaiia. Registrarono il singolo anche in inglese e in spagnolo; il loro successo fu altalenante, fino a che, come nella maggior parte dei casi, non hanno fatto a capelli e hanno deciso di andare ognuna per la sua strada (meno male ?!?).

Britney Spears – Oops!!.. I did it again

E mentre noi avevamo Paola e Chiara, dall’altra parte del mondo avevano Britney Spears. Non è una polemica, per carità, per fortna MTV ci ha permesso di godere dei capelli platino e dei balletti della Spears per molti anni. La regina del teen pop passa dagli Novanta ai Duemila con questo brano che riscontra un enorme successo mondiale, come dimenticare la fantastica tutina rossa (che tutte abbiamo sognato di indossare)??. Il mix pop e funk piacque a tutti e diventò un genere molto diffuso.

Vi ho riportato indietro nel tempo? Ammettetelo che vi siete sentiti un po’ vecchietti. Quale hit avreste scelto al mio posto? Fatemelo sapere, farò un’altra Top 5 con molto piacere!

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/fra.jpg[/author_image] [author_info]Francesca Cervelli, 26 anni, Laureata in Storia Contemporanea, Roma. Sogna un mondo migliore mentre prepara dolci, guarda telefilm e legge, sempre, anche le etichette dello shampoo sotto la doccia. “Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.