Correva l’anno 1999

Abbiamo parlato di depressione oggi e mentre riflettevo su questa tematica mi sono subito venuti in mente una canzone e un film, oltre che soprattutto un libro, che mi colpirono durante l’adolescenza.

Correva l’anno 1999 quando i Blink 182 facevano uscire uno dei loro migliori singoli tratti dall’album Enema of the States, Adam’s Song.

E così mentre Britney Spears cantava Baby one more time, Christina Aguilera intonava Genie in a bottle facendole concorrenza e mentre i Red Hot Chili Peppers pubblicavano l’album Californication, cambiando la vita di milioni di ragazzi, i Blink 182 parlavano della depressione e dei suicidi tra adolescenti.

Correva l’anno 1999 quando usciva il film diretto da Sofia Coppola Il giardino delle Vergini Suicide tratto dal libro Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides.

Così mentre al cinema venivano passati Star Wars-episodio 1, Fight Club, Matrix, American Beauty, Tutto su mia madre, Boys don’t cry, Come te nessuno mai, Cruel Intentions, il Sesto senso, American Pie, Il miglio Verde, American History X e Notthing Hill e tanti altri film davvero degni, Sofia Coppola riprendeva con forza la tematica del suicidio e della depressione tra adolescenti.

Correva l’anno 1999 quando si ragionava con forza di depressione e suicidio.
Ricordo che allora le parole dei Blink 182 e il mondo delle sorelle Lisbon mi apparivano tanto lontani, ma soprattutto mi sembravano un fatto privato.

Oggi depressione e suicidio balzano tristemente alle nostre cronache e fuori dal recinto privato in cui sono sempre rimasti.
Che si parli di loro per spiegare una tragedia come quella dell’Airbus Germanwings o per raccontare i tristi effetti di una crisi economica o di comportamenti vessatori tra adolescenti ricordiamoci comunque sempre che dietro le parole depressione e suicidio si nasconde sempre qualcosa di molto umano.

Elisabetta Graziani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.