Dieci donne – Marcela Serrano

Marcela Serrano, nata a Santiago del Cile nel 1951, è una delle voci più importanti della narrativa sudamericana. Dopo l’Albergo delle donne tristi, oggi parliamo di Dieci Donne.

Dieci Donne  – Marcela Serrano

Amare ed essere amata, come mi hanno confermato il tempo e gli occhi, è un bene raro. Molte persone lo danno per scontato, credono che sia ordinaria amministrazione, e che tutti, in un modo o nell’altro lo abbiano sperimentato. Oserei dire che non è così: io lo vedo come un dono immenso. Una ricchezza.

Dieci donne, o meglio nove donne più una, sono le protagoniste di queste pagine intense, dolordieci-donne-serranoose e felici del libro della Serrano.
Il luogo della narrazione è uno studio di psicoterapia dove le donne, singolarmente, sono in terapia da tempo, chi più chi meno. Ognuna ha una storia, qualcuna è stata donna qualcuna ancora deve esserlo. Da Lupe, adolescente lesbica, a Luisa vedova di un desaparecido.

Estrazione sociale diversa, età differente, ideologia politica diversificata: elementi che svaniscono difronte all’esperimento della psicoterapeuta non presente fisicamente. Sedute in cerchio, in una giornata, le donne raccontano tutte d’un fiato, il loro vissuto compreso e accettato, forse, solo dopo la terapia.

La protagonista del romanzo è dunque la femminilità in tutte le sue sfaccettature, dolore, gioia, disperazione, amore. Ma soprattutto, il romanzo, rappresenta la fragile bellezza della forza delle donne. 

Marcela Serrano, Dieci donne, Feltrinelli, 2013.


[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/FC-.jpg[/author_image] [author_info]Francesca Cervelli, 27 anni, Laureata in Storia Contemporanea, specializzata in Cooperazione e Diritti Umani, Roma. Sogna un mondo migliore mentre prepara dolci, guarda telefilm e legge, sempre, anche le etichette dello shampo sotto la doccia. “Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.[/author_info] [/author]

 

2 risposte a “Dieci donne – Marcela Serrano”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.