Dublino e Roma a confronto: facciamo due calcoli

Vivo a Dublino ormai da un mese e mezzo e vorrei tirate le somme e fare un ragionamento a mente semifredda su questa città: voglio provare a fare un confronto tra Dublino e Roma. E’ possibile mettere sullo stesso piano queste città???

So che questo è un confronto un po’ azzardato, perché porre sullo stesso piano Dublino e Roma è davvero difficile: Dublino è una piccola città in confronto a Roma, una capitale di una piccola e tranquilla nazione. Roma è caos, bellezza, traffico, realtà diverse e in continua lotta. A Dublino abbiamo i Dubliners a Roma i romani … e con questo ho detto tutto!

E così, mentre l’altro giorno accompagnavo in giro per questa incredibile città i miei genitori, mi sono chiesto: “Ma è possibile fare un confronto tra Dublino e Roma?”

Nonostante le molteplici differenze (anche in termini di grandezza ed espansione urbana) un confronto tra le due si può fare, o meglio possiamo paragonare queste città su 3 categorie diverse: TRASPORTI, SERVIZI e SICUREZZA 3 criteri fondamentali per poter definire una città vivibile.

Dublino - temple bar

 

DUBLINO E ROMA A CONFRONTO

 

TRASPORTI:                   

Se questa fosse una competizione non inizierebbe decisamente bene per Roma; se c’è una cosa che ha contribuito a prendere la decisione di lasciare l’Italia e la mia città è stato il sistema di trasporto pubblico della capitale. Dai, chi non conosce l’Atac (acronimo di Attaccatevi Tutti Al C …)! Noi stessi nel nostro blog non ne parliamo proprio bene, come neanche le decine di gruppi su Facebook. L’Atac è il fallimento più grande della capitale e starne a parlare è tempo sprecato. Invece parliamo dei trasporti pubblici di Dublino.

Il servizio è buono! Certo se il confronto lo si fa con Milano allora la capitale irlandese risulta essere in netto svantaggio, ma se confrontiamo Dublino con Roma allora il discorso è un altro. Gli autobus di Dublino passano una media di ogni 7 minuti, contro i 15 di Roma (15 se si è fortunati). I mezzi sono puliti e funzionanti anche se si stanno iniziando a manifestare delle pecche nel servizio; durante la crisi economica infatti il Dublin City Council fu costretto ha tagliare la flotta di bus quasi della metà e ora, con l’Europa che obbliga l’Irlanda a non spendere troppo in investimenti per pagare i debiti passati, si sta facendo molta fatica ad adeguare il servizio al crescente numero di visitatori e “migranti” europei. Tutti pagano il biglietto agli autisti, ciò implica un’evasione quasi nulla.

Infine la città non ha una linea metropolitana, ma la LUAS: due linee di tram (o meglio una metropolitana leggera di superficie) che tagliano in due la città. La LUAS è funzionale, veloce e puntuale e oggi è in ampliamento. Unica pecca dei trasporti?!?! L’elevato costo. Però, se il servizio funziona di cosa ci si può lamentare?!?!?

SERVIZI

Dublino è pulita. Sabato sera Temple Bar diventa un bolgia, ma alle 6 della domenica è tutto lindo e pinto. La città in ultima analisi è pulita, grazie alla collaborazione tra cittadini e servizio di raccolta rifiuti (che non è impeccabile). A Roma abbiamo l’Ama (Amiamo Monnezza Ammassata) e i cittadini hanno un senso civico davvero poco sviluppato.

Le strade di Dublino sono perfette senza buche. Infine in città si può usufruire di un servizio di bike sharing davvero buono ed efficiente (pensate che la sera le biciclette vengono prelevate e messe in dei DEPOSITI CUSTODITI).

Dublino e Roma - bike sharing

Per quanto riguarda la vita sociale ed gli eventi culturali penso che Dublino e Roma viaggino sulla stessa onda. Non si può dire di certo che Roma sia una città noiosa; tra mafia capitale, funerali in pompa magna di mafiosi e sindaci che si dimettono, ci ripensano e vengono scaricati, Roma regala un sacco di emozioni. Scherzi a parte Roma sa far divertire, anche se c’è un MA grande come una casa.

Serate, eventi e movida sono fruibili solo da pochi fortunati, quelli che vivono nell’anello ferroviario (neanche nel Raccordo). Infatti per chi, come me, veniva dalla periferia recarsi al centro diventava un’odissea: traffico, nessun parcheggio, traffico, macchine vittime di abusivi, traffico e chi più ne ha più ne metta. Cose che succedono in città con un servizio di trasporto pubblico inesistente. A Dublino gli autobus regolari cessano di passare alle 23 e mezza, ma smezzando un taxi si può tornare a casa dopo una serata in centro senza problemi.

Dublino e Roma - eventi

SICUREZZA

Dublino è una città senza filtri e mezze misure: può succedere di vedere gente che si droga o si picchia per una siringa in pieno centro, senza che nessuno si scandalizzi.

A parte situazioni al limite la città è molto tranquilla, anche se con questo immenso flusso di giovani (e non) che vengono a vivere qui in cerca di fortuna, la situazione sta cambiando. In ogni caso la Garda (ossia la polizia) è sempre presente. Detto questo è ovvio che ci siano zone da evitare durante la notte e posti dove le probabilità di finire vittime di aggressioni sono maggiori; seguendo le norme del buonsenso qui si vive benissimo.

Nonostante i fiumi di alcool che scorrono ogni week-end, fin’ora ho assistito a davvero pochissime risse e situazioni pericolose.

Ricordo a voi lettori che Roma è almeno 3 volte Dublino e penso che, anche se la capitale irlandese avesse avuto queste dimensioni, i problemi di sicurezza sarebbero stati gli stessi. Il problema di Roma è il degrado e il sistema giudiziario italiano, per il resto a Roma vale il detto “se ti fai gli affari tuoi campi 100 anni”. Ciononostante a Roma la microcriminalità avanza in maniera preoccupante, sia dai singoli atti vandalici a spaccio e ruberie varie.

 

In conclusione tiriamo le somme di questo confronto Dublino – Roma. Nonostante le dimensioni e la storia totalmente diversa:

  • i trasporti della capitale irlandese sono decisamente migliori di Roma,
  • i servizi anche (città pulita e viva)
  • la sicurezza si attesta su valori più che positivi.

Purtroppo Roma si trova ad un bivio e spero che il Giubileo possa essere il trampolino di lancio per una nuova e migliore “Città Eterna”.

P.S.: Altra cosa che non mi manca di Roma, oltre all’A.t.a.c., sono i romanisti…


[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/Guinness-Man.jpg[/author_image] [author_info]Davide Diana, 27 anni, nato e cresciuto a Roma. Laureato in Storia e società e ora Freelance Blogger. Si definisce un Nerd atipico: ama i film, i fumetti, i videogiochi… ma sopra ogni cosa ama viaggiare. Una volta ho provato ad essere normale… i peggiori 2 minuti della mia vita.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.