L’amore basta all’amore

Torniamo a parlare e a ragionare di amore in questo lunedì pomeriggio di una primavera che fa fatica a sbocciare e dopo averlo fatto con una canzone (clicca qui per vedere di che si tratta), oggi lo facciamo con le parole tratte da Il Profeta di Khalil Gibran: scoprirete che l’amore basta all’amore.

Gustatevi questi versi e fatene buon uso.

AMORE

Allora Almitra disse: Parlaci dell’Amore.
E lui sollevò il capo e scrutò il popolo e una grande quiete discese su di loro. E con voce ferma disse:
Quando l’amore vi chiama seguitelo,
sebbene le sue vie siano difficili ed erte.
E quando vi avvolge con le sue ali cedetegli,
Anche se la lama nascosta tra le piume potrà ferirvi.
Quando vi parla credetegli,
Sebbene la sua voce possa frantumare i vostri sogni così come il vento del nord arreca scompiglio al giardino.
Poiché mentre l’amore vi incorona così vi taglia per potarvi.
Mentre ascende alle vostre altezze e carezza i vostri più teneri rami palpitanti al sole,
Così penetra fino alle vostre radici scuotendole nel loro abbraccio alla terra.
Come pannocchie di granoturco vi raccoglie in se.
Vi batte fino a farvi spogli.
Vi staccia per liberare i cartocci.
Vi macina fino al candore .
V’impasta finché siate cedevoli;
E poi vi consegna al suo sacro fuoco così che possiate diventare pane sacro per la sacra mensa di Dio.
Tutto questo provocherà l’amore in voi affinché possiate conoscere i segreti del vostro cuore e per questo diventare un frammento nel cuore della Vita.
Ma se siete timorosi, nell’amore cercate soltanto la tranquillità e il suo piacere.
Allora meglio per voi che ricopriate le vostre nudità allontanandovi
dall’aia dell’amore,
Nel mondo senza stagioni dove riderete ma non di tutte le vostre risa e piangerete ma non di tutte le vostre lacrime.
L’amore nulla dona a sé non se stesso e non prende nulla a sé non da se stesso.
L’amore non possiede né vuole essere posseduto;
Poiché l’amore basta all’amore.
Quando amate non dovreste dire “Dio è nel mio cuore”, bensì “Io sono nel cuore di Dio”.
E non pensate di potere dirigere il corso dell’amore giacché se vi trova
degni, è l’amore che dirige il vostro corso.

Elisabetta Graziani

Una risposta a “L’amore basta all’amore”

  1. La lingua italiana non offre parole che da sole possano riferirsi ai singoli sentimenti dell’amore che può declinarsi in tanti differenti tipi.
    Certo, il grande Gibran si riferisce all’amore spirituale ma, come si legge, non può prescindere dal credere in un dio.
    E già questo, penso, ne limiti la valenza universale.
    In italiano si è spesso costretti a dire ‘amore filiale’, ‘amore materno’ e tanti altri binomi come quell’orrendo ‘amore carnale’ riferito al desiderio e all’unione sessuale dove, se permettete l’amore ‘vero’ non c’entra affatto.
    Valutando la sola parola ‘amore’ non si può non criticare l’abuso che se ne fa.
    Una giovane coppia, tra amici e tra colleghi la parola ‘amore’, viene pronunciata con una leggerezza e frequenza che ne erode il significato e l’importanza.
    ne è la prova il fatto che gli estensori delle scritture del monoteismo ha proibito di nominare il loro dio.
    Amore, per me, è una parola preziosa che non deve essere sperperata.
    Di questa assurda moda di abusare di questa parola ne pagherà le conseguenze il costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.