L’Italicum è legge e sorpassa il Porcellum

Ieri, 4 Maggio, la nuova riforma elettorale, l’Italicum, è divenuta legge. Con 334 voti favorevoli, 61 contrari e parte dell’opposizione fuori dall’aula, la Camera ha approvato una nuova legge elettorale dopo dieci anni. l’Italicum entrerà in vigore nel luglio 2016; capiamone di più.

 Il patto del Nazareno.

La nuova legge elettorale nasce dall’incontro, divenuto poi accordo, avvenuto tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi il 18 Gennaio 2014, presso la sede del Partito Democratico. Rispetto all’accordo trovato quel giorno il progetto di legge è stato modificato più volte in base alla richiesta di Forza Italia, Nuovo Centro Destra, Scelta Civica e una minoranza del Partito Democratico. Dopo diverse votazioni al Senato, la legge è arrivata, tra urli e ribellioni, alla Camera dove ieri ha ricevuto la totale, o quasi, approvazione.

legge elettorale in Italia

I punti salienti dell’Italicum.

  • La nuova legge elettorale sostituirà il vecchio Porcellum (nel frattempo dichiarato incostituzionale) entrando in vigore dal primo luglio 2016 e varrà solo per la Camera, dato che le riforme costituzionali porteranno il Senato a non essere più direttamente elettivo.
  • L’Italicum è un sistema elettorale proporzionale, quindi il numero di seggi verrà assegnato in proporzione al numero di voti ricevuti, e il calcolo sarà fatto su base nazionale, ma modificato fortemente da un premio di maggioranza.
  • La singola lista che supera il 40% dei voti ottiene un premio di maggioranza raggiungendo in tutto 340 seggi, cioè il 55% del totale.
  • Se nessuna singola lista supera il 40% dei voti è previsto un secondo turno, cioè un ballottaggio tra le due liste che hanno ottenuto più voti (come è avvenuto in questi ultimi anni per le elezioni dei sindaci o dei presidenti delle regioni). La lista che prende più voti dell’altra al ballottaggio ottiene il premio di maggioranza. Fra il primo e il secondo turno non sono possibili collegamenti di lista o accorpamenti: competono le liste così come sono state presentate prima del voto.
  • E’ prevista una soglia di sbarramento del 3% per ottenere seggi; questo vuol dire che le formazioni politiche che non raggiungono tale soglia sono escluse dalla gara politica.
  • Saranno costituiti 100 collegi che comprenderanno fino a seicentomila persone.
  • Ci saranno cento capilista, uno per ogni collegio, scelti direttamente dai partiti. Prima sono eletti i capilista, poi – se avanzano posti – i candidati eletti con le preferenze.
    Dal secondo eletto in poi intervengono le preferenze e ogni elettore o elettrice ne potrà esprimere due: obbligatoriamente un uomo e una donna, pena la nullità della seconda preferenza. Tra i capilista non più del 60% sarà dello stesso sesso.
  • La scheda vedrà a fianco del simbolo di ciascun partito il nome del capolista bloccato e due spazi dove poter scrivere eventuali preferenze.
  • I cittadini italiani all’estero per almeno tre mesi, per motivi di studio, lavoro o per cure mediche, potranno votare per corrispondenza.

La legge aspetta la firma del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella; se si dovesse andare al voto prima dell’entrata in vigore dell’Italicum, luglio 2016, si voterà con la legge Porcellum.

Nonostante le accuse di illegittimità democratica, tra polemiche, toni forti, scontri e ritirata sull’Aventino, l’Italicum è legge. Una nuova conferma, o vittoria, di Matteo Renzi? Staremo a vedere.

Fonti:

www.ilpost.it

www.lastampa.it

www.ilfattoquotidiano.it

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/fra.jpg[/author_image] [author_info]Francesca Cervelli, 26 anni, Laureata in Storia Contemporanea, Roma. Sogna un mondo migliore mentre prepara dolci, guarda telefilm e legge, sempre, anche le etichette dello shampo sotto la doccia. “Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.