Mi tradisci? E io ti denuncio sul giornale!

E’ di stamattina la notizia di un uomo tradito, mortificato e deluso dalla moglie, oramai ex, che compra a suon di euro una pagina intera sul Corriere della Sera per smascherare le “imprese” alle sue spalle della donna.

Abbiamo affrontato diverse volte e analizzato temi in ambito di frequentazioni e amore. Ma l’azione di quest’uomo così determinato a denunciare i tradimenti della moglie davanti a tutta Italia deve far pensare. In un’epoca dove i social network fanno da padrone anche nell’ambito degli incontri e delle passioni sentimentali tutto questo suona come molto più che plateale.

Mi tradisci? E io ti denuncio sul giornale!

“Ho sempre cercato di proteggere il nostro amore. E invece tu l’hai distrutto. E dopo sette anni di matrimonio, voglio raccontare a tutta Italia il tuo spregevole tradimento”. Scrive Enzo apparentemente distrutto, svelando a tutti i lettori gli astuti marchingegni di Lucia. Dopo aver scoperto la moglie a scambiarsi effusioni con un altro uomo “davanti la nostra gelateria preferita” Enzo comincia a ragionare e a capire che la donna non l’ha tradito solo una volta, anzi.

Finzione o realtà?

In molti si stanno chiedendo, nonostante le tantissime condivisioni tra FB e Twitter, se la lettera di Enzo sia il reale sfogo di un marito tradito o un’operazione pubblicitaria. E c’è già che avanza delle ipotesi: potrebbe trattarsi di un ‘promo’ per la nuova serie di Real Time “Alta infedeltà” probabilmente condotta da Enzo Miccio che inzierà il 16 marzo.

Ma davvero siamo arrivati al punto di “denunciare” una persona con cui hai condiviso anni di vita davanti a tutto il paese su un giornale? Sicuramente i social network hanno confuso vita reale e vita virtuale, hanno diminuito i limiti della privacy, ma forse ci si dimentica che le conseguenze sono reali e concrete.

Se siete curiosi e se vi siete “persi” la lettera, date una letta. Mi tradisci, io ti denuncio sul giornale

Fonti:

www.ilfattoquotidiano.it

www.larepubblica.it

Francesca
IT

Una risposta a “Mi tradisci? E io ti denuncio sul giornale!”

  1. Beh! Conoscendo le tortuosità delle nostre leggi, ed una maniacale tendenza dei magistrati alla loro ‘interpretazione, penso che questa pagina, al povero cornificato dichiarato, costerà tanto, ma tanto di più della pagina sul quotidiano nazionale più quotato. Povero Enzo.
    P.S.
    Chissà se la ex moglie comprerà una pagina anche lei e……………..ahahahah!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.