#Romasonoio: i romani rispondono all’appello

#Romasonoio è la nuova tendenza social degli ultimi giorni. L’attore Alessandro Gassmann ha lanciato un appello dal suo account Twitter per proporre ai cittadini, quelli romani in particolare, di mettere da parte le lamentele e di unirsi per agire in difesa della città.

Non sono passati molti giorni dalle parole sconsolate di Gigi Proietti, artista e comico romano, con le quali ha descritto la situazione precaria di Roma: “Non c’è un solo settore che funzioni bene, dai trasporti alla pulizia delle strade. E’ un momento molto doloroso e è il risultato di qualcosa che si è succeduto negli anni. Forse noi romani avremmo dovuto presagirlo – sottolinea l’attore – ma la verità è che Roma non è molto amata, né dai romani né dai turisti. E invece è una straordinaria capitale e meriterebbe di essere amata di più”.

Saranno state le critiche continue, i titoli dispregiativi delle testate internazionali, i disagi dei trasporti pubblici, la giunta del sindaco Marino in profonda crisi, a scatenare una sorta di ribellione?

#romasonoio
Lo screenshot del Tweet di A. Gassmann

 

In poche ore la proposta dell’attore, che su Twitter ha 128mila followers, è stata rilanciata e scelto come preferito da centinaia di persone. Tantissimi quindi gli apprezzamenti e le condivisioni, alcuni cittadini hanno già postato foto in cui si immortalano mentre puliscono il marciapiede sotto casa. Ovviamente non mancano le critiche; in alcuni commenti si legge: “Io pago le tasse, anche salate, e non capisco perché dovrei mettermi a pulire”. Forse è proprio questa forma di egoismo e strafottenza che ci ha condotti a questa situazione? La crisi della capitale è certamente un tunnel senza luce costruito da amministrazioni carenti e corrotte, ma i cittadini perché rimangono sempre a guardare?

Ci sono già associazioni collettive come Re-take che  scendono in strada a pulire, a ridipingere muri, e cercare di arginare il degrado della città, uniti da un grande senso civico.
Forse per ripartire, per dare nuova luce ad una città come Roma serve solo una botta d’orgoglio, mettersi al lavoro, creare complicità tra amministrazione e cittadini, iniziare da capo. E’ questo forse lo scopo di #Romasonoio.

Vedremo cosa succederà a settembre. Di sicuro una cosa che deve far riflettere è che nella maggior parte dei casi, per creare qualcosa di concreto e smuovere gli animi, è sempre necessario che qualcuno “dall’alto” dica la sua.

Fonti:

www.ansa.it

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/fra.jpg[/author_image] [author_info]Francesca Cervelli, 26 anni, Laureata in Storia Contemporanea, Roma. Sogna un mondo migliore mentre prepara dolci, guarda telefilm e legge, sempre, anche le etichette dello shampoo sotto la doccia. “Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.