Se i quadri potessero parlare (alla Raggi)

Durante la notizia fresca comunicata da Grillo, sul suo fedele Blog, del nuovo regolamento del Movimento riguardo gli avvisi di garanzia, sono venuta a conoscenza di un’altra (piccola?) gaffe del Campidoglio. 

La campagna “Natale nei Musei” della capitale, diffusa su autobus, cartelloni pubblicitari, quotidiani, si basa sull’idea di accostare i quadri classici a frasi divertenti. Una trovata brillante, che però è difficile attribuire ai creativi del Comune di Roma. Divertente, simpatica e di sicuro impatto ma senza originalità, la campagna non è altro che un copia ispirata ad una pagina FB, attiva oramai da anni e di forte successo.

Un pensiero riguardo “Se i quadri potessero parlare (alla Raggi)

  1. Cara Frncesca,
    la Vispa Teresa da quando è ‘ascesa’ al Campidoglio, non ha fatto altro che pastrocchi a causa della sua (e dei suoi) impreparazione.
    Tanto sapeva di essere inadeguata che per mesi ha tentato di cooptare vecchie volpi truffaldine sì ma che avevano una grandissima esperienza gestionale.
    Lo stesso capoccia frinente la osteggiava ma, ”chissà perché” oggi inventa un regolamento del M5S che tutti chiamano ‘salvaraggi’!
    C’è del marcio in danimarca!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.