Spiegazioni tediose e gazzelle a due zampe

Spiegazioni tediose e gazzelle a due zampe, o meglio, il mio nuovo racconto dal Kenya.

N.B. Questo post è diviso in due parti

Se mi seguite su facebook per ora di quello che sto facendo in Kenya sapete solo che:

  • mi è possibile fare pipì nella doccia senza fare schifo;

  • le capre qui si grattano tra le scapole usando le corna;

  • si guardano le repliche dei campionati mondiali d’atletica nei baretti di provincia;

  • i tuktuk di Malindi fanno sfoggio di improbabili adesivi ultrà della AS Riomma.

Insomma levatemi tutto ma non il superfluo.

Quindi vi siete meritati delle spiegazioni, ma non troppe perché ‘ste cose non le sopporto.

Africa-Milele-ChiaradiGaetano

Sono di base a Chakama, 4 ore di bus da Malindi, città sulla costa sud del Kenya, famosa per essere la località dove l’Italia smaltisce rifiuti tossici, tipo Briatore.

A Chakama sono responsabile di progetto di Africa Milele, questo significa che parlo con gente in continuazione per far sì che i progetti che Africa Milele ha attivi sul territorio vadano avanti il meglio possibile. Sì, il mio lavoro consiste nell’organizzare. Se siete mai entrati in camera mia starete sicuramente ridendo forte.

I progetti sono di varia natura ma principalmente abbiamo in ballo il sostegno della scuola dei bambini, la campagna sanitaria per la tigna, un gruppo di agricoltori a cui forniamo semi, un laboratorio per ragazze di fabbricazione di sandali, un laboratorio di fabbricazione e vendita di assorbenti lavabili. Un bel po’ di cose e un bel po’ di lavoro, ma il tempo per farsi una passeggiata per campi lo trovo sempre.

Africa-Milele- ChiaradiGaetano

Fine delle spiegazioni.

È impressionante vedere i ragazzi e le ragazze correre. Qui dopo i 7 anni circa smettono di rincorrersi a scatti, qui quando corrono si mettono uno in fila all’altro, il primo tiene il passo. Mai di fianco, mai a superarsi, sempre uno dietro l’altro. Iniziano a correre come se stessero partendo per il 1500, sembra che non abbiano mai fatto altro che 1500 per tutta la vita, dal momento in cui sono nati. Iniziano a correre e sono tecnicamente perfetti, a 14 anni, la stessa corsa che ritrovi nei campioni e le campionesse olimpici. La loro corsa istintiva è così, e la rivedi in pista a livello mondiale, e c’è poco da fare, ché la differenza si percepisce, i bianchi hanno imparato, scimmiottano, gli africani corrono come hanno sempre saputo fare, si sono solo messi delle scarpette chiodate. Il loro gesto è naturale.

Per un’atleta, anche se triplista, è la pace dei sensi.

8/10/2015 – Spiegazioni tediose e gazzelle a due zampe.


[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/10708666_10206345938108178_7498697571676157063_o.jpg[/author_image] [author_info]Chiara Di Gaetano ha 26 anni e 7 soprannomi. Ha vissuto a Roma, Londra e Lima ma continua ad avere la residenza nei Castelli in Aria. Legge, scopre, viaggia e ficca il naso. Il suo super potere è riuscire a rosicare per le stupidaggini. Mi permetta eh, facciamola alla cazzo di cane, che esce sempre bene.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.