“The Century” – Ken Follett e il Novecento

Nella rubrica di libri oggi inserisco The Century, la trilogia di Ken Follett sul Novecento. Tranne qualche eccezione, preferisco leggere libri singoli, un’unica storia e di poco calibro (inteso anche come consistenza di pagine). Ma, su consiglio di un’amica, e da storica, non ho potuto resistere all’epica trilogia di Follett. 

I romanzi di successo dello scrittore, I pilastri della terra e La cruna dell’ago, sono stati inseriti nella lista dei 101 best-seller più venduti di tutti i tempi, rispettivamente al 64° e all’89º posto. Follett ha venduto più di 150 milioni di libri nel mondo, ed è uno dei più ricchi e famosi giallisti britannici della storia, dopo autori come Ian Fleming e Agatha Christie.

Nel corso dei tre libri della trilogia The Century, lo scrittore Britannico segue il destino di cinque famiglie: una americana, una gallese, una tedesca, una russa e una inglese.
Queste famiglie saranno legate tra loro, nel corso di tutto il novecento, da avventure passionali, rivalità politiche e trincee. Ma andiamo per ordine.

Le famiglie all'inizio della Trilogia.
Le famiglie all’inizio della Trilogia.

La caduta dei giganti ken follett - la caduta dei giganti

Il primo libro di The Century si apre sulla scena delle miniere di carbone del Galles le cui vicende si scontrano inevitabilmente con il mondo aristocratico dell’epoca. Dopo le prime pagine si respira già il clima storico di quel periodo e i protagonisti cominciano a farsi conoscere. Partendo dal Giugno 1912, il racconto acquisisce ben presto uno sfondo internazionale; da lì a poco lo scoppio della Prima Guerra Mondiale e l’avvento della Rivoluzione Russa, permettono allo scrittore di inserire nel racconto la storia dei personaggi americani e sovietici. Tra dammi e intrighi politici, il racconto si muove tra Londra, Parigi, San Pietroburgo e Washington.

K. Follett, La caduta dei giganti., pag. 1008, Mondadori 2011.

L’inverno del mondoken follett- l'inverno del mondo

Il secondo libro di The Century riprende il racconto del primo dal 1933, in quella che sta per diventare la Germania di Hitler. Ci si può trovare un po’ spaesati mentre si leggono le prime pagine, ma solo perché ci si è affezionati ai personaggi iniziali; si proverà stupore e curiosità nello scoprire i cambiamenti e le mutazioni di ogni famiglia. La narrazione storica non è mai noiosa, è attinente alla realtà cruda di quegli anni e riesce a coinvolgere il lettore grazie alle avventure avvincenti dei personaggi. Le dittature nazional-fasciste, la Seconda Guerra Mondiale, Pearl Harbor, Mosca, Hiroshima fanno da sfondo alle avventure private dei protagonisti e al sangue delle battaglie che hanno segnato l’intero secolo.

K. Follett, L’inverno del mondo., pag. 960, Mondadori, 2012.

I giorni dell’eternitàken follett - i giorni dell'eternità

Il terzo, e ultimo, libro di The Century è per certi versi il più accattivante. Dai palazzi del potere alle case della gente comune, le storie dei protagonisti, l’evoluzione delle famiglie dei primi del novecento, si snodano e, ovviamente, si intrecciano nel periodo che va dagli anni Sessanta alla fine del secolo. Gli eventi storici e sociali di questo periodo influenzano inevitabilmente il carattere e il destino dei protagonisti; la crisi dei missili di Cuba, i movimenti per i diritti civili, la Guerra Fredda, il Muro di Berlino, i Kennedy, il Vietnam, Martin Luther King, i Beatles e la nascita del Rock’n’roll. L’epilogo della trilogia è dunque un’affascinante racconto di un’epoca che ancora è vicina a noi, o meglio di un’epoca che ha eco ancora nei nostri giorni e che ha segnato inevitabilmente la storia del secolo scorso.

K. Follett, I giorni dell’eternità., pag. 1212, Mondadori, 2014.

Ho attribuito cinque stelline perché sono state delle letture affascinanti e così travolgenti che hanno cambiato la mia concezione di lettura. Ci sono voluti mesi per terminare la lettura, dato il volume delle pagine, ma ne è valsa la pena. Non avevo mai letto libri di Ken Follett ed è stata una piacevole scoperta; consiglio vivamente la trilogia a chi piace leggere in generale, ci sono così tanti spunti letterari insieme nello scorrere delle pagine, che chiunque può rimanerne coinvolto. E’ come tornare indietro nel tempo, in un mondo che pensavamo di conoscere “ma che ora non ci sembrerà più lo stesso”.

PS: per chi legge in metro, in treno o ha l’abitudine di avere il libro nella borsa, questi libri possono essere un po’ ingombranti. Chi è fruitore dell’e-book i libri sono già disponibili in quella versione, chi invece, come me, è affezionato al cartaceo, dovrà aspettare di tornare a casa per continuare a leggere.

Buona Lettura!

Fonti:

www.wikipedia.it

www.ibs.it

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/fra.jpg[/author_image] [author_info]Francesca Cervelli, 26 anni, Laureata in Storia Contemporanea, Roma. Sogna un mondo migliore mentre prepara dolci, guarda telefilm e legge, sempre, anche le etichette dello shampoo sotto la doccia. “Un vincitore è semplicemente un sognatore che non si è mai arreso”.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.