Vita da pendolare: arriva Atac ti sfido

Siete di Roma? Prendete i mezzi di trasporto tutti i giorni? La metro piena è il vostro peggior incubo? L’autobus che non passa mai è la normalità? Pregate affinché la Roma-Lido funzioni? Uscite due ore prima di casa per fare in tempo al lavoro, ma arrivate sempre e comunque in ritardo? Odiate l’Atac (l’azienda dei trasporti di Roma) più di Equitalia?

Se questi problemi vi sono familiari, questa è la rubrica che fa per voi.

Un nostro lettore, Emiliano, ci regala le sue perle e ci racconta le sue storie da pendolare. A volte lo fa con poche parole, a volte con dei veri e propri racconti in stile romanesco, ma la spontaneità e la capacità di criticare ridendo rimangono sempre le stesse.

Ecco a voi il racconto di una classica giornata di vita vissuta sui mezzi di trasporto di Roma.

Ecco a voi Atac ti sfido:

Atac ti sfido: cosa vinco se riesco a farmi in apnea la tratta Magliana-Termini? Se vuoi posso farmi un selfie con i miei compagni di viaggio mentre lottiamo per la sopravvivenza per ammazzare il tempo, ma dammi comunque un modo per capitalizzare quest’esperienza fantastica. Per ora mi accontenterei di guidare il corso di sopravvivenza targato Atac.
Lezione 1, come divincolarsi da un’ascella prepotente: gomitata sulle costole mentre si fa finta di raccogliere lo zaino, apertura del finestrino e sventagliata di Axe. Se questo non basta, consiglio degli arbre magique da appendere al braccio del serial killer da metro. Ottimo rimedio che non fa nemmeno male.
Vi aspetto numerosi, prima lezione omaggio.

Emiliano 

[author] [author_image timthumb=’on’]http://www.ilpostgiusto.com/wp-content/uploads/2015/01/Betta_.jpg[/author_image] [author_info]Elisabetta Graziani, 27 anni, di Roma. Dottoranda in Storia Medievale, ama Boston, il calcio e le cose belle di ogni tipo (compreso Kevin Spacey). Per ardua ad Astra.[/author_info] [/author]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.